I “senza terra” diventano proprietari

Mervyn Abrahams, Koordinator Landesprogramm Südafrika

In Africa i mulini della giustizia macinano, ma molto lentamente. A seguito della riforma agraria, i terreni che durante il regime dell’apartheid erano stati illegittimamente sequestrati ed erano ancora in gran parte in mano alla popolazione bianca, stanno rientrando in possesso della popolazione dalla pelle scura. E circa un quarto di chi beneficia dei nuovi titoli di proprietà sono donne.

Rientrare in possesso della terra però, non rende automaticamente i legittimi proprietari capaci di gestirla. Per decenni hanno eseguito ordini lavorando come braccianti giornalieri e ora non sanno come organizzare in modo produttivo l’attività agricola.

Per questo motivo, Sacrificio Quaresimale e i partner locali sostengono chi coltiva la sua terra con formazioni adeguate. Imparano per esempio a commercializzare le eccedenze senza subire perdite o ad affrontare le conseguenze dei mutamenti climatici. La speranza è che giustizia e agricoltura continuino a prosperare per tanti anni ancora.

 

 

– Mervyn Abrahams, coordinatore del programma nazionale Sudafrica


Sudafrica

In tutto il paese si rilevano ancora molte ingiustizie. Mentre le grandi imprese agricole guadagnano con prodotti d’esportazione, la maggior parte della popolazione vive in povertà.

«Finalmente siamo riusciti a riottenere

i terreni che ci appartenevano. Dopo tutti questi anni

avevamo disimparato a gestirli. Ma grazie alla formazione,

non solo ora riesco a nutrire la mia famiglia, ma anche

a guadagnare qualche cosa con la vendita delle eccedenze

Netsai Mokoena, contadina, Sudafrica


 

Sostenga la formazione agricola in Sudafrica

1

Grazie per il suo sostegno

Scelga l'importo desiderato


 

Sacrificio Quaresimale segue questa via

PARTENZA: UN TERRENO PROPRIO

Molti “senza terra” hanno ottenuto un proprio terreno con la riforma agraria, tuttavia non sanno come gestirlo correttamente.

 

TAPPA 1: CORSI DI AGRICOLTURA

I nuovi proprietari sono istruiti su metodi ecologici efficienti quali la produzione di sementi e di fertilizzanti biologici.

 

TAPPA 2: MIGLIORARE L’ACCESSO AL MERCATO

Sacrificio Quaresimale aiuta le persone a pianificare il budget e a creare cooperative per commercializzare i loro prodotti.

 

TAPPA 3: INDURRE LO STATO AD AGIRE

Con il sostegno dei nostri partner locali, la popolazione chiede allo Stato ciò che le spetta: accesso all’acqua, all’elettricità e all’educazione.

 

META: AUTONOMIA DELLA POPOLAZIONE

Vedere e agire

Altri progetti di Sacrificio Quaresimale, Pane per tutti e Essere solidali

L’importanza di pensare
già oggi al domani

Nuovi metodi di coltivazione permettono di affrontare meglio i cambiamenti climatici.

Di più

L’opposizione di chi non vuole che la sua terra gli sia tolta

Maxi progetti minacciano le foreste e le basi di sussistenza della popolazione.

Di più

Le famiglie contadine si impegnano
per la loro pianta sacra

Le famiglie contadine si oppongono alle pratiche commerciali delle agroindustrie.

Di più